Lago Welcome Verona @Verona Design B&B

In un quartiere storico, che raccoglie al suo interno le rive dell’Adige e le Mura Magistrali e l’Arena, i viaggiatori che desiderano sentire le note liriche possono alloggiare al LAGO WELCOME Verona, in camere accoglienti di design che promettono di far sentire gli ospiti come a casa. Il progetto d’interior design LAGO prende spunto dalla volontà della proprietaria che voleva trasmettere familiarità ed eleganza, in uno spazio semplice e raffinato come la città che fa da contorno.

Perché ha scelto lago

Grazie all’interior LAGO ho potuto plasmare lo spazio a mio piacimento raccogliendo due caratteristiche fondamentali per me e per Verona: i suoni e il colore. In più, le caratteristiche dei loro arredi sostenuti da supporti in vetro quasi invisibili, generano un senso di leggerezza e di stupore in chi entra nelle stanze.

Intervista all'architetto

Quali erano le esigenze dei proprietari?

Il progetto del LAGO WELCOME Verona è nato nei primi mesi del 2014 dall’esigenza di un’imprenditrice che voleva ristrutturare un grande appartamento nel quartiere storico Filippini a Verona per farlo diventare un B&B. La richiesta della committenza era, infatti, di creare ampie camere, improntate all’home feeling, che offrissero lo stesso comfort di una casa e fossero particolarmente curate dal punto di vista tecnologico.

Come hai interpretato queste esigenze?

Viste le esigenze del proprietario, le camere sono state divise con doppie pareti in cartongesso facendo attenzione ai ponti acustici, mentre i solai in legno sono stati isolati acusticamente per difenderle dai suoni del ristorante sottostante. Inoltre l’aria condizionata canalizzata è stata posizionata in punti che non disturbassero il sonno e i portoncini sono stati dotati di badge di accesso. Ho provato a ricreare un ambiente che accogliesse al meglio il suono anche con arredi sospesi e leggeri che rendessero le stanze quasi sospese nel tempo. Gli arredi LAGO completano in modo esemplare il senso del progetto: i letti Fluttua che poggiano su di una sola gamba, o gli arredi Air, sostenuti da supporti in vetro quasi invisibili, generano un senso di leggerezza e di stupore in chi entra nelle stanze.

Come dialogano l’architettura degli interni e il contesto in cui si inserisce il tuo progetto? Quali sono gli elementi LAGO con cui hai voluto trasmettere l’home-feeling nel progetto?

Il  tema che secondo me meglio faceva dialogare l’architettura degli interni e l’interno è stato quello del colore. La monocromia  permetteva di dar sfogo a palette di colori di ogni tipo, ma anche questo dettaglio è stato accostato al tema progettuale. A una base color Mandorla, che si ritrova nelle tinte dei muri e nelle fasce degli armadi N.O.W., si aggiungono le tonalità dei moduli del sistema di contenimento 36e8 che riprendono i colori dell’Adige nei diversi momenti dell’anno: dal color Argilla del periodo estivo al Fango del periodo autunnale. In questo modo, è come sentirsi abbracciati dalla città, e con l’aiuto della tecnologia all’avanguardia gli ospiti si sentono sempre come a casa.

crediti

Il progettista


Carlo Cretella

Vuoi aprire un hotel o un Bed and Breakfast arredato LAGO?

@ LAGO SpA

Via Artigianato II, 21, 35010 Villa del Conte (PD)

CAP.SOC. 1.000.000,00 i.v. - Reg. Impr. PD - CF e P.I. 01508340286

Privacy - Cookies - Contatti